Confagricoltura Vicenza

Agricoltori.com

PRIMO PIANO

Corsi di Formazione

  • 24.07.2013 - Ecocloud . la rete delle imprese sostenibili

    leggi articolo - download pdf

  • 19.07.2013 - PAC- Le proposte di Agrinsieme nel dialogo Stato-Regioni

    leggi articolo - download pdf

  • 11.07.2013 - Intesa suini

    In allegato il testo dell’intesa sottoscritta a Mantova in data 8 luglio 2013.

    leggi articolo - download pdf

  • 09.07.2013- D.L. n. 76 del 28 giugno 2013. Primi interventi per la promozione dell’occupazione.

    Sulla Gazzetta Ufficiale n. 150 del 28.06.2013 è stato pubblicato il decreto legge 28 giugno 2013, n. 76, recante “Primi interventi urgenti per la promozione dell’occupazione, in particolare giovanile, della coesione sociale, nonché in materia di imposta sul valore aggiunto (IVA) e altre misure finanziarie urgenti”.
    Si tratta del provvedimento, più volte annunciato dal Governo, per il rilancio dell’occupazione, soprattutto giovanile, indicata come la vera priorità su cui convergere sforzi, risorse ed energie.
    Un’attenta e distaccata lettura del provvedimento non può non suscitare, tuttavia, qualche perplessità in merito alla portata ed alla efficacia delle misure previste nel decreto rispetto all’ambizioso obiettivo perseguito (rilancio dell’occupazione, segnatamente giovanile) e rispetto anche ai numerosi, forse troppi, annunci che hanno preceduto il provvedimento stesso.
    E così, ad esempio, una delle misure cardine del decreto – quella che riconosce benefici economici ai datori di lavoro che assumono giovani – si articola in una disciplina così complessa e farraginosa che rischia di tradursi in una sorta di sbarramento all’accesso agli incentivi.
    Inoltre, le misure che hanno “ritoccato” la Riforma Fornero, ed i vari istituti contrattuali della legge Biagi, non sembrano tutte indirizzate a garantire una maggiore flessibilità delle regole ed un alleggerimento degli oneri, come quelle sul lavoro intermittente (che fissano una soglia massima alla durata della prestazione), sulla procedura di convalida delle dimissioni (che viene estesa ai collaboratori coordinati e continuativi e agli associati in partecipazione), sulla solidarietà negli appalti (che viene estesa ai lavoratori autonomi di cui si avvale l’appaltatore), sulle sanzioni in materia di igiene e sicurezza (che vengono rivalutate, e quindi inasprite), sulle assunzione di lavoratori extracomunitari (la cui autorizzazione è subordinata alla verifica, documentata, dell’indisponibilità di un lavoratore presente sul territorio nazionale).
    Non mancano comunque nel provvedimento misure sicuramente interessanti per le imprese e per l’occupazione, come quelle che ripristinano le necessarie flessibilità in entrata, a partire dalla disciplina dei contratti a termine, o come quella, fortemente innovativa, e voluta proprio da Confagricoltura, che introduce nel nostro ordinamento le assunzioni di gruppo o di rete, istituto mediante il quale imprese agricole riconducibili allo stesso proprietario, allo stesso nucleo familiare o allo stesso gruppo, possono assumere congiuntamente uno stesso lavoratore facendolo lavorare nelle varie imprese interessate (una sorta di job sharing per parte datoriale).
    Insomma, un provvedimento con luci ed ombre, ma che complessivamente, nella oggettiva penuria di risorse, rappresenta comunque un primo segnale in un contesto occupazionale piuttosto critico.
    In allegato l'approfondimento.

    leggi articolo - download pdf

  • 05.07.2013 - Principali contenuti della riforma della PAC ‘verso il 2020’ - Intesa Politica

    leggi articolo - download pdf

  • 02.07.2013 -Protocollo del 28 giugno 2013 di ABI e Associazioni imprenditoriali - “Accordo per il credito 2013”

    leggi articolo - download pdf

  • 01.07.2013 - decreto del "fare" - novità

    leggi articolo - download pdf

  • 01.07.2013 - Comune di Villaverla - Vendita diretta di prodotti agricoli

    AVVISO PER L'ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DECENNALE DI N. 4 POSTEGGI RISERVATI AI PRODUTTORI AGRICOLI

    leggi articolo - download pdf